Smartphone - brand o non brand?

Tu che smartphone preferisci?

Letteralmente “telefono intelligente” oggi gli smartphone sono tra gli oggetti più conosciuti e usati a livello mondiale. Inutile spiegare cosa sono perché lo sappiamo tutti, certo è che venti anni fa era addirittura inimmaginabile che un telefonino potesse fare qualunque cosa. Grazie alle applicazioni, infatti, oggi sono molto poche le funzioni che uno smartphone non copre e, per lo più, si tratta di funzioni più materiali e fisiche, quelle insomma dove serve per forza l’intervento umano e dei prodotti da usare. Ovvero, con uno smartphone non si possono ancora lavare i piatti o i tappeti, ma ci sono applicazioni che ti permettono di entrare in contatto con gli esperti del pulito della casa con i loro consigli e le loro guide; con lo smartphone non puoi andarci a lavoro ma ti permette di svegliarti in tempo e di programmare la tua giornata senza così rischiare di dimenticare le varie cose da fare; lo smartphone non può cucinare ma ti aiuta a farlo grazie alle applicazioni relative alle ricette e al metodo di preparazione, in video, è chiaro.

E’ diventato sempre più ampia la scelta e sono sempre di più le case che producono smartphone. E mentre fino a qualche anno fa il brand più conosciuto e reclamizzato era sinonimo di certezza e qualità, oggi bisogna ammettere che anche brand meno conosciuti offrono prodotti di alto livello qualitativo. 

E’ il caso, per esempio, di alcune aziende cinesi che hanno deciso da un po’ di tempo, di lanciare sul mercato mondiale i propri smartphone (e non solo). I loro dispositivi sono adatti a tutte le tasche, andando dai modelli più semplici e meno sofisticati adatti a chi non ha intenzione di usare tante applicazioni e funzioni del dispositivo, fino a raggiungere livelli all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e qualitativo con smartphone di un certo calibro che nulla hanno da invidiare a quelli della stessa categoria ma che hanno un marchio molto conosciuto alle proprie spalle. C’è da farsi, comunque, una domanda: ma sappiamo dove vengono fabbricati i vari componenti degli smartphone venduti dalle grandi case molto pubblicizzate oggi? In Cina, negli stessi paesi e dalle stesse persone che producono anche per le case meno promosse e conosciute. Una brevissima riflessione va fatta quindi relativamente alle motivazioni che inducono una persona a scegliere, a parità di caratteristiche tecniche ed estetiche, lo smartphone delle aziende che spingono molto nelle promozioni, e quindi conosciute a livello mondiale, piuttosto quello di un’azienda poco conosciuta ma che offre il proprio prodotto a un prezzo notevolmente inferiore. E il risparmio ci sarebbe, si può dire che si potrebbe risparmiare dal 30% in su, a volte si supera anche il 50%.

Sono convinto che, piuttosto che guardare alla “marca”, per scegliere uno smartphone bisognerebbe prima di tutto chiedersi cosa si sta cercando. È in base a quello che si cerca si può fare una prima selezione per quali verso quali modelli ci si sente orientati, altrimenti si rischia di girare di negozio in negozio o di sito in sito e non ottenere nulla perché niente soddisferà la ricerca, e non perché si trovano cellulari non buoni ma semplicemente perché in realtà non si sa cosa si sta cercando. 

Quello che io guarderei maggiormente, a livello di caratteristiche tecniche (quindi, oltre alla forma estetica che, chiaramente, è quella che per prima mi attrae) è la seguente lista:

Sistema operativo: se cerco un android, per esempio, devo sapere la versione a cui siamo arrivati, non posso scegliere uno smartphone con un sistema operativo android 2.1 nel 2015 visto che siamo già alla versione 5.1;

Il processore: quad-core sarebbe ottimale;

La RAM: non vanno più bene le 512 MB bisogna scegliere dispositivi con RAM più potenti;

Verifico che siano 4G;

La memoria (o ROM): almeno di fabbrica esigo un 16Gb e con possibilità di espansione;

E, non meno importante, la fotocamera: deve averla sia posteriore (sul dorso) che anteriore e almeno, quella posteriore deve essere una buona 8 megapixel, anche se oggi ci sono smartphone con 13 megapixel e più;

Le modalità di trasmissione dati, la durata della batteria, il tipo di schermo, la presenza del Wi-Fi, la risoluzione dello schermo e dei video;

Poi, ci sono anche altre caratteristiche ma queste sono quelle che verifico per prime, tuttavia bisognerebbe avere anche le competenze per comprendere che ogni singolo componente del dispositivo è collegato agli altri, così, per esempio, se una scheda madre è troppo potente ma il sistema operativo è di un livello inferiore, le funzioni dello smartphone risulterebbero meno efficienti. Per questo mi affido molto all’operatore del negozio e faccio domande (e pretendo risposte concrete) nel caso di un acquisto in loco; se acquisto tramite Internet cerco di verificare i feedback di chi ha già acquistato, i consigli, i voti e tutto quello che possa essermi utile per fare una scelta ottimale; perciò evitate di giudicare uno smartphone solo dai megapixel della sua fotocamera. 

Concludo questo mio pensiero sugli smartphone lasciandovi la domanda con cui ho intitolato quest’articolo: brand sì o brand no? A voi la scelta. Buona fortuna per il prossimo acquisto.

 

Contattami

Tutti i campi sono richiesti.
Inserisci il seguente codice nel box sottostante

Contatore accessi gratuito

 

© 2017 SALTRI.it di Tribastone Salvatore - v.le Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01214770883